POESIA, DONNE, EMIGRAZIONE

Rina FERRARELLI

Architettura Mediterranea: Architettura Florense: San Giovanni in Fiore, Sila, Italia: Abbazia Florense, panoramica est  Fotografia: Francesco Saverio Alessio, 1987

Architettura Florense

San Giovanni in Fiore, Sila, Italia: Abbazia Florense, panoramica est

Fotografia: Francesco Saverio Alessio, copyright © 1987

ALTRE POESIE

di

Rina FERRARELLI

The Bricklayers

The Bread Wreath

The Bread We Ate

Buried in the Flesh

My hometown

This Other World

Il mio Paese

Il paese medievale
arrampicato sulle falde della
Sila,
che vanta come fondatore
Gioacchino da Fiore
“di spirito profetico dotato, “
rimase lo stesso fino
alla seconda guerra mondiale,
ma ora, anche qui,
strette case a tre piani
riempono tutti i posti vuoti
e anche gli orti
sono stati asfaltati
fatti strade e parcheggi.
Ciò che sorprende, però,
non è l’avidità
o il bisogno di far parte
ventesimo secolo,
ma la speranza,
la fiducia nell’avvenire.
Hanno dimenticato le guerre,
la fame, i padroni.
Forse per la prima volta
da secoli e secoli
del anche qui è l’America.



My Hometown

The old medieval town
on a steep mountainside
which boasts as its founder
Joachim of Fiore
“di spirito profetico dotato”
whom Dante put in the Paradiso
stayed the same until WWII
surviving it unscathed,
but now, even here,
narrow three story houses
fill every vacant space
and every garden
every single one
has been paved
made into a road or parking lot.
What’s amazing, though,
is not the greed
or the need to take part
in the twentieth century,
but the trust,
the confidence in the future.
The wars are forgotten,
the hunger, i padroni.
Maybe for the first time in history,
even here it’s America.

Rina FERRARELLI


The bread we ate - Rina Ferrarelli - Guernica,2012

Con la Professoressa, Poetessa e Traduttrice del West Virginia di origine florense Rina FERRARELLI, condividiamo la passione per la ricerca dell’eredità delle proprie radici e un grande amore per il luogo d'origine, una biografia, o meglio, la rappresentazione poetica e personale di una biografia legata in modo indissolubile alla realtà spesso emotivamente drammatica dell'emigrazione, oltre alla piena coscienza delle proprie radici culturali mediterranee.

Francesco Saverio ALESSIO

 

POESIA

POETI ITALO-AMERICANI


POETI DELL'EMIGRAZIONE

Donne capelli sciolti, straziate dal dolore
piangono i loro figli pronti per partire…
E' chiaro ai loro occhi e al loro cuore
che chi va in America per la madre va a morire.


POESIA DIALETTALE

( Frassie, zzugghi, canzoni, poesie)

Cogliete ssì capilli ca sù sciusi

ca vau lu liettu liettu e paru rose...

ANONIMO


a cura di Francesco Saverio ALESSIO


Logo Internet di www.emigrati.it - Home Page

emigrati.it - emigrati.it Associazione Internet degli Emigrati Italiani - San Giovanni in Fiore - Calabria - Italia

Inizio Pagina